ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

150 LISON CLASSICO

Premio Fero per il miglior vino bianco regionale

Stajnbech sale in vetta alla classifica di AIS Veneto. Il 150 Lison Classico DOCG dell’azienda di Pramaggiore (Venezia) si è infatti aggiudicato il Premio Fero come miglior vino bianco regionale. Il riconoscimento è stato consegnato a Venezia in occasione della presentazione della 10° edizione della Guida Vinetia 2024.

Lo stesso vino si è inoltre aggiudicato il Premio Ristoratori, assegnato da una giuria di professionisti del settore, come migliore in assoluto tra 21 finalisti. Una nutrita giuria composta da ristoratori, giornalisti e degustatori ufficiali ha complessivamente valutato, con degustazione alla cieca, oltre 2000 vini provenienti da oltre 400 cantine.

Obiettivo primario di questa guida, frutto di un lavoro corale a più voci, è di raccontare il Veneto come terra di eccellenze enologiche da scoprire, perché ogni produttore col proprio lavoro contribuisce alla narrazione di una terra che racchiude storia, cultura, bellezza.

A livello nazionale invece, il 150 ha ottenuto le 4 viti sulla Guida Vitae Ais, il premio per il miglior rapporto qualità-prezzo dalla Guida Premio Fero per il miglior vino bianco regionale BereBene 2024 del Gambero Rosso, e i due bicchieri rossi sulla Guida Vini d’Italia 2024 sempre del Gambero Rosso, la Corona di Vinibuoni d’Italia e la menzione speciale dal Winehunter Award del Merano Wine Festival.

Il 150 Lison Classico DOCG proviene dal vitigno autoctono Tocai Friulano in purezza. Il suo nome é dedicato alla nostra bella Italia che nel 2011, anno in cui è stata riconosciuta la DOCG, festeggiava i 150 anni di unità.

Presenta un classico colore giallo paglierino con delicati riflessi verdognoli. All’olfatto risulta intenso, con note floreali di tiglio, glicine e acacia, passando poi a fragranze di frutta esotica. Al palato è complesso e offre una forte persistenza aromatica. Ha grande equilibrio grazie ai 12 mesi di affinamento in bottiglia prima di essere commercializzato. E’ morbido, strutturato ma elegante, persistente con caratteristico retrogusto di mandorla.

Abbinamento: molto piacevole coi crudi di pesce e di carne (tartare), oppure con i formaggi erborinati di media intensità o con coniglio con olive e pomodorini. Accompagna bene anche un antipasto con prosciutto crudo e fichi.

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA