ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

ACCORDO TRA COLDIRETTI ED ESU

Inaugurata la prima mensa universitaria a km zero

Il 13 novembre è stato ufficialmente avviato il nuovo servizio di mensa universitaria nel cuore della città, il primo in Italia all’interno di un mercato contadino. La cerimonia inaugurale in Galleria Filippini, dove ogni fine settimana si tiene il Mercato Coperto di Campagna Amica, ha visto la partecipazione di numerose autorità, tra cui l’europarlamentare Paolo Borchia, l’Assessore regionale all’Istruzione, Elena Donazzan e il presidente della terza commissione della Regione Veneto Marco Andreoli. Il progetto è stato presentato dai presidenti degli enti coinvolti: Alex Vantini per Coldiretti Verona, Claudio Valente per Esu Verona e Gianfranco Zavanella per la Cooperativa Centro di Lavoro San Giovanni Calabria. In rappresentanza dell’ateneo scaligero, il Rettore Pierfrancesco Nocini, e per il Comune di Verona, gli Assessori alle Politiche Giovanili, Jacopo Buffolo, e al Commercio, Italo Sandrini, hanno presenziato all’evento.

L’accordo prevede l’attivazione di un servizio integrativo di ristorazione collettiva dedicata agli studenti iscritti all’Università degli Studi di Verona, all’Accademia Belle Arti di Verona e al Conservatorio di Musica di Verona. Alex Vantini ha commentato l’importanza di questa collaborazione dichiarando: “Con il nostro progetto di Campagna Amica portiamo la campagna in città generando un fatturato nazionale di 5 miliardi di euro. Ora il nostro target di riferimento si allarga anche alle nuove generazioni di studenti che devono essere educate alla stagionalità e all’economia circolare”. Grande soddisfazione è stata espressa da Claudio Valente, che afferma “E’ un sogno che si avvera. Oggi siamo di fronte a un atto concreto che dimostra che insieme riusciamo a portare avanti le idee”.

Gli ha fatto eco Gianfranco Zavanella che ha sottolineato la valenza sociale del progetto. Parole di plauso sono state espresse dal rettore dell’Università veronese, Pierfrancesco Nocini che ha ricordato l’impegno dell’Ateneo all’ascolto delle esigenze degli iscritti. L’Assessore Buffolo ha posto l’attenzione sulla centralità geografica della mensa facendo presente che “si tratta di una opportunità per far vivere al meglio la nostra città ai giovani”.

L’Assessore Italo Sandrini ha aggiunto una riflessione sulla valenza etica del progetto ricordando ai presenti che si tratta di un accordo tra enti profit e no profit. Si sono poi susseguiti i camei di Marco Andreoli e Paolo Borchia, entrambi entusiasti dell’iniziativa. Le conclusioni sono state affidate all’Assessore Elena Donazzan che ha reso merito a Coldiretti per il forte impegno nella
divulgazione del Km Zero. “Si tratta – le sue parole – di un progetto non facile da realizzare perché pur trattandosi di un obiettivo nobile deve conciliarsi con il freddo linguaggio amministrativo. Ora la responsabilità passa agli studenti che dovranno farlo funzionare”. Fin dai primi giorni di apertura, numerosi studenti hanno già usufruito del servizio, dimostrando apprezzamento per la facilità di accesso alla location e per la qualità dei piatti proposti.

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA