ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

BRUNELLI NUOVO PRESIDENTE

Alla guida della Cantina Valpolicella di Negrar

Giampaolo Brunelli, 44 anni, dottore commercialista e professore a contratto all’Università di Verona per l’insegnamento in Business plan e fund rising, che nel tempo libero ama dedicarsi al lavoro in vigna, è il 14° presidente di Cantina Valpolicella Negrar.

Ad affiancarlo nel suo mandato triennale in qualità di vice presidente sarà Alessia Ceschi, 33 anni, avvocato a Verona, appassionata di montagna e in particolare dei monti Lessini.

Entrambi sono nati a Negrar di Valpolicella, sono figli di viticoltori soci pluridecennali della cantina e hanno già avuto esperienza direzionale nei trascorsi direttivi, Brunelli dal 2014 all’interno del collegio sindacale e Ceschi dal 2020 in qualità di consigliere. Sono stati eletti ai vertici aziendali a larga maggioranza lo scorso 16 novembre, dopo che l’Assemblea dei soci si era riunita nelle sale della cantina l’8 novembre, insieme ai nove neo consiglieri Andrea Benedetti, Silvano Benedetti, Renzo Berzacola, Renzo Bighignoli, presidente uscente dopo tre mandati, Stefano Brunelli, Gabriele Composta, Flavio Degani, Gaetano Nicoli e Paolo Quintarelli.

“Ringrazio i consiglieri per la fiducia accordata, nonché l’amministrazione precedente e Renzo Bighignoli, che ha guidato sapientemente la cantina anche in periodi funestati da pandemia ed eventi bellici. Tuttora abbiamo di fronte situazioni molto complesse, sia dal punto di vista economico che sociale, a cui però intendiamo rispondere non chiudendoci a riccio, ma con lo slancio e l’energia propri a una compagine “giovane” come la nostra, che guarda a un futuro migliore, desiderosa di portare la cantina a bissare i primi 90 anni”, dichiara il neo presidente.

“Il mondo del vino si conferma un settore in cui i ruoli di genere stanno velocemente venendo meno ed io ne sono l’ennesima dimostrazione”, afferma Alessia Ceschi, prima donna a ricoprire la carica di vice presidente della cantina. Che continua: “Nel mio mandato, in linea con il presidente e il consiglio, porterò la mia professionalità e la mia sensibilità verso il cambiamento, a beneficio dei soci e del territorio”.

Spiega Brunelli: “Lavoreremo in continuità con quanto fatto dal consiglio precedente, dando concretezza, confidiamo entro il 2025, a investimenti già programmati volti a realizzare una trentina di vasche dalla capacità di 53 mila ettolitri, che consentiranno di aumentare la nostra capacità di stoccaggio di vini che necessitano un lungo affinamento.

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA