ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

CONVEGNO A ZEVIO SULLA MELA

Illustrate dai nustrizionisti le numerose proprietà

Buona partecipazione del pubblico al convegno tenutosi a Zevio l’8 ottobre scorso nella cornice della Festa della Mela a conclusione del percorso “Benessere in Famiglia”. Moderato dal cav. Claudio Gasparini presidente dell’Accademia Nutrichef, presente anche la vice Loretta Micheloni.

I nutrizionisti Erika Silvestri e Vincenzo Tedesco hanno illustrato ai numerosi ed interessati presenti le origini di questo alimento e della sua importanza come prodotto del territorio; come si inseriscono le mele in un piano alimentare equilibrato citando il famoso detto “an apple a day keeps the doctor away” ovvero “una mela al giorno toglie il medico di torno”; aspetti curativi della mela e potenziali benefici sul cervello o contro l’invecchiamento; altri tipi di impiego della mela per il mantenimento o la promozione del benessere e della salute, citando l’uso dermatologico.

“La mela ha una proprietà importante per quanto riguarda la regolamentazione della glicemia”, ha premesso la dott.ssa Silvestri.” È molto ricca di pectina particolarmente indicata per il trattamento della sindrome del colon irritabile, in quanto è in grado di ridurre l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale e di rallentare l’assorbimento degli zuccheri contenuti nei cibi”.
La mela si può mangiare a fine pasto, ha aggiunto, “poiché è l’unico frutto che contiene enzimi digestivi.

Per quanto riguarda la dose giornaliera, dalle due alle tre, di qualsiasi tipo, quindi sia quella verde per eccellenza, alla rossa di Biancaneve. Anche con la buccia se non si hanno problemi di gastriti o di iperacidità”. Il dott. Tedesco ha quindi sottolineato come la mela “contenga sostanze antiossidanti, i polifenoli, che contrastano lo stress ossidativo, fenomeno a cui tutte le cellule vanno incontro comprese quelle del cervello. È meglio quindi iniziare a mangiare la mela fin da bambini, già dallo svezzamento, ricordando che le buone abitudini iniziano fin da quando si è dentro la pancia della mamma poiché i primi mille giorni sono molto importanti come hanno confermato alcuni studi effettuati al Policlinico di Borgo Roma.

Quindi il detto una mela al giorno toglie il medico di torno ha una sua valenza perché i suoi nutrienti principali possiedono una serie di effetti positivi, tra cui il controllo glicemico, la riduzione dei livelli infiammatori, mantengono il benessere intestinale, favoriscono la circolazione sanguigna e l’afflusso al cervello oltre che agli altri organi”.

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA