ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

CUCINA INDIPENDENTE

Un progetto sviluppato dallo psicologo Riccardo De Conti

Negli ultimi anni, la società ha assistito a una crescita preoccupante della dispersione scolastica e delle difficoltà di integrazione per i giovani con fragilità, dalle lievi disabilità cognitive alle problematiche sociali.
In questo contesto si inserisce “Cucina Indipendente”, un progetto innovativo sviluppato dallo psicologo Riccardo De Conti, in parallelo al progetto “Frutti Nuovi” orientato all’agricoltura rigenerativa.
Il progetto si pone tre obiettivi fondamentali: incoraggiare i ragazzi a sviluppare maggiori autonomie nella loro vita quotidiana, offrire la possibilità di acquisire competenze utili nel mondo del lavoro, e promuovere l’idea di restituire qualcosa alla comunità, favorendo così l’inclusione sociale.
Ogni partecipante è seguito attraverso un progetto individualizzato che coinvolge attivamente anche le famiglie.
Questo approccio personalizzato garantisce che ogni giovane possa seguire un percorso di crescita adeguato alle proprie esigenze, sviluppando abilità sociali e raggiungendo una realizzazione personale.
“Cucina Indipendente” non si limita all’insegnamento delle tecniche culinarie, ma abbraccia l’intero processo della filiera della cucina.
I ragazzi partecipano a tutte le fasi: dalla programmazione del menu alla spesa dei prodotti, dalla preparazione dei piatti alla gestione della sala, fino alla pulizia e sistemazione degli spazi.
Questo permette loro di acquisire una vasta gamma di competenze e responsabilità.
Il progetto ha avuto inizio a Povegliano Veronese grazie all’associazione Daya, coordinata da Riccardo De Conti e dai suoi colleghi Sara e Michele.
Con il supporto della “Cooperativa Centri Giovanili Don Mazzi” e degli alpini di Povegliano Veronese, ha mosso i primi passi più di un anno fa.
Inizialmente, i ragazzi hanno sperimentato la preparazione di pasti semplici per se stessi, concentrandosi su pianificazioni e produzione di pasta fresca.
Con il tempo, le capacità dei partecipanti sono cresciute, portandoli a cucinare per altri, come un campus di studenti dell’Università di Verona.
Un appuntamento rituale è l’ultimo mercoledì del mese, quando il gruppo di “Cucina Indipendente” e gli alpini cucinano insieme un menu scelto per i soci e per gli organi del comune di Povegliano Veronese, che hanno supportato l’iniziativa sin dall’inizio.

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA