ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

DURELLO & FRIENDS, I PREMIATI

Alessandro Regoli, Massimo Zardo e L’Oste Scuro

È stato consegnato il 19 novembre il Premio Giornalista Durello 2023, nell’ambito della XXI edizione di Durello&Friends, l’evento, curato dal Consorzio di Tutela del Lessini Durello, dedicato al meglio delle bollicine berico-scaligere, che quest’anno si è tenuto in Galleria Filippini (Spazio Ex Macello) a Verona.

Il premio si suddivide in tre sezioni: una a respiro più giornalistico e dedicata alla scrittura e due di taglio più divulgativo, di cui una dedicata al ristoratore che meglio ha saputo nell’anno favorire il consumo del Lessini Durello, e un’altra dedicata all’Ambasciatore Durello, cioè a quella persona che con la sua attività professionale ha avuto un ruolo chiave nella diffusione dei valori della Lessina e del Durello in particolare.

I premiati: il premio “Giornalista Durello 2023 – sezione stampa” va ad Alessandro Regoli e alla redazione di WineNews. Fondatore e direttore della testata giornalistica on line WineNews Alessandro Regoli “ha saputo raccontare la ricchezza e la poliedricità di questa zona di produzione con le conoscenze del tecnico e la capacità narrativa del buon giornalista, accompagnando il pubblico all’intero del mondo del vino con competenza e attenzione ai particolari”.

Il premio “Ambasciatore Durello 2023” va a Massimo Zardo, Sommelier professionista e divulgatore, già Miglior Sommelier del Veneto nel 2010, redattore per le guide Vitae e Vinetia.

«Da tempo immemore appassionato di bollicine di qualità – recita la motivazione – Massimo Zardo ha sempre avuto una particolare attenzione per il Lessini Durello, spumante da vitigno autoctono, prodotto sulle colline tra Verona e Vicenza. Il premio Ristoratore Durello 2023 va al ristorante L’Oste Scuro di Verona, dello chef e patron Simone Lugoboni.

«L’Oste Scuro rappresenta una grande eccellenza della ristorazione veronese – recita la motivazione – frutto di un lungo lavoro di ricerca e di costante perfezionamento. Dalla scelta degli ingredienti di primissima qualità alla capacità di adattarsi alle sfide contemporanee, al ristorante L’Oste Scuro hanno da sempre scelto le bollicine del Lessini Durello non solo per arricchire la carta vini ma anche per rendere speciale il momento del “ben venuto della casa”, dimostrando di credere nei vini del territorio e nelle potenzialità di questo spumante da vitigno autoctono».

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA