ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

EMERGENTE CHEF E PIZZA 2024

Premiata anche Horghidan della pizzeria Zia Pizza

“Anche quest’anno, siamo a fianco di Emergente Chef ed Emergente Pizza 2024, manifestazione che premia i giovani cuochi under 35 e giovani pizzaioli talentuosi che saranno il futuro della gastronomia del nostro paese.
Come produttori di vino siamo consapevoli di quanto sia importante valorizzare i vini con l’abbinamento al giusto menù.
Congratulazioni ai vincitori che hanno preparato piatti eccellenti e a chi ha proposto i migliori abbinamenti con i vini.
Ci tengo a ricordare che tra i vari premi ne abbiamo istituito anche uno dedicato a chi ha realizzato il piatto più sostenibile, poiché crediamo fermamente che l’eccellenza debba essere sempre più responsabile sia nella gastronomia che in ambito vinicolo”.
È questo il commento di Silvano Nicolato, presidente di Cantine Vitevis, la società cooperativa veneta con 2.700 ettari di vigneto e con più di 1.000 soci viticoltori tra le province di Verona e Vicenza che è stata per il secondo anno main sponsor di Emergente Chef ed Emergente Pizza.
L’evento si è svolto sabato 16 e domenica 17 nella sede di ALMA a Colorno in provincia di Parma.
La manifestazione, ideata da Lorenza Vitali e Luigi Cremona per conoscere i nuovi protagonisti della ristorazione e dell’ospitalità italiana, ha già lanciato molti giovani che oggi sono protagonisti della cucina italiana (già oltre 100 stelle Michelin).
I vincitori sono stati Michele Spadaro del ristorante Pashà (una stella Michelin) a Conversano in provincia di Bari per l’Emergente Chef con il menù “Territori: Puglia, Sicilia e poi…” proposto in abbinamento con il Pinot Nero della linea Monopolio.
Per la prima volta, per l’Emergente Pizza sono stati decretati due primi posti andati a Tommaso Filonzi de Il Capriccio di Monsano in provincia di Ancona con la pizza intitolata “Sentori di primavera” (crema di broccolo e cipollotto, asparagi, salsa di radicchio, cime di broccoli, cipollotti sott’aceto, Parmigiano 40 mesi ed erbe aromatiche spontanee) e a Luca Pasca della pizzeria Sesto Gusto di Torino con la pizza “Essenza di primavera” (asparago di Santena, prosciutto cotto, Kinara, tuorlo marinato, maionese all’aceto); entrambe le pizze sono state abbinate al Monopolio Gambellara Classico.
Tra i vincitori dei premi speciali Matthias Kirchler del ristorante Lunaris 1964 a Cadipietra in provincia di Bolzano che ha ricevuto il Premio Sostenibilità istituito dalla cantina, particolarmente sensibile da tempo a questi temi, e i due premiati per i migliori abbinamenti con il vino Graziano Pascale del ristorante Torre del Saracino (due stelle Michelin) a Vico Equense in provincia di Napoli tra gli chef e Gabriele Lambrenghi della pizzeria Arte Bianca a Roma tra i pizzaioli.
Premiata anche Alexandra Horghidan della pizzeria Zia Pizza a Peschiera del Garda in Veneto per l’attenzione alla sostenibilità che ha mostrato durante la competizione.

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA