ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

LE RICETTE DE ‘NA OLTA: LA BRAZADELA

INGREDIENTI

  • 500 g di farina bianca
  • 200 g di zucchero semolato
  • 150 g di olio extravergine d’oliva del Garda
  • 4 uova
  • Una bustina di lievito
  • Un bicchiere di grappa
  • Mezzo bicchiere di latte
  • Sale
  • Burro e farina per lo stampo

 

PROCEDIMENTO

Setacciate la farina e disponetela a fontana. Aggiungete lo zucchero, l’olio, la grappa, le uova, il lievito e il sale. Mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Imburrate e infarinate una tortiera o uno stampo a ciambella e versatevi l’impasto distribuendolo in modo uniforme. Zuccherate la superficie e mettete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa. Una volta cotta, togliete la ciambella dal forno, capovolgetela e lasciatela raffreddare. Questo tipo di torta è ancora più buona se cucinata nel forno a legna

CURIOSITÀ

La Brazadèla vanta origini antichissime: secondo diverse fonti, il dolce risale addirittura al 1250 e da allora accompagna momenti di festa. La Brazadèla era, infatti, il dolce delle feste, preparato nelle occasioni speciali con i pochi ingredienti disponibili nelle campagne. La ciambella aveva anche un forte valore simbolico tanto che, quando i bambini facevano la Cresima la ricevevano in dono da padrini e madrine.

Il suo nome deriva probabilmente dall’usanza di servire la ciambella in osteria. Pare che l’oste la tenesse infilata in un braccio (brazza), mentre con l’altro versava calici di vino.

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA