ACCADICA MAGAZINE
Cerca
Close this search box.

SLOW FOOD

Alla scoperta del Presidio della Salina di Cervia

La salina di Cervia, posizionata sulla costa adriatica d’Italia, costituisce un autentico tesoro con radici che affondano nell’antichità classica.

La storia è avvolta da mistero e leggende che la collegano agli Etruschi e ai colonizzatori greci. Nel cuore storico di Cervia, si possono ammirare testimonianze tangibili del suo legame con la produzione del sale. Nel 1959, la gestione della salina passò ai Monopoli di Stato, e con essa, l’approccio alla produzione del sale subì un notevole cambiamento. Si decise di unire i 144 bacini salini in un unico grande specchio d’acqua, in cui il sale veniva raccolto solo una volta all’anno, utilizzando mezzi meccanici secondo il metodo “francese”. Tuttavia, nel 1998, decisioni governative imposero la cessazione della produzione di sale.

Nonostante ciò, il Comune di Cervia riconobbe il valore storico e culturale delle saline e decise di preservarle. Da qui nacque la Società di gestione Parco della Salina di Cervia, con l’obiettivo di conservare questo unico patrimonio naturale e culturale. La salina di Cervia è riconosciuta a livello internazionale per l’alto valore naturalistico e paesaggistico, essendo parte integrante del Parco Regionale Delta del Po Emilia-Romagna.

Una delle attrazioni più interessanti è la Salina Camillone, dove la raccolta del sale avviene ancora secondo il tradizionale metodo artigianale cervese. Questo antico sistema di produzione, noto come “raccolta multipla”, si è evoluto nel corso dei secoli per adattarsi alle difficili condizioni pedo-climatiche dell’Adriatico. La raccolta giornaliera dei salinai avveniva in cinque piccoli settori, garantendo la purezza e la qualità del sale prodotto. Questo approccio evitava la formazione di sali amari come i cloruri di potassio e di magnesio, che richiedono più tempo per cristallizzare.

Le estrazioni di sale si svolgono durante la stagione estiva, quando le condizioni climatiche sono più favorevoli. La salina di Cervia non rappresenta soltanto un sito storico e culturale, ma costituisce anche un esempio di conservazione ambientale e sostenibilità. Esplorare questo affascinante luogo significa immergersi nella millenaria storia della produzione del sale, ammirare paesaggi unici e assaporare l’autentico gusto di un prodotto artigianale che continua a incantare con la sua purezza e il suo sapore.

I punti vendita dalla Salina di Cervia:
– Via Salara Provinciale, 6 (Cervia)
– Via Forlanini, 16 (presso Terme di Cervia)
– Locanda Acervum, Via Madonna della Neve, 15 (Cervia)

A causa della distruzione causata dall’alluvione del maggio 2023, aiutaci a sostenere la Salina nella sua rinascita ambientale e produttiva.

IBAN IT 27S0627023615CC0150308403

ACCADICA

Registrati per ricevere ogni mese la tua copia gratuita del magazine ACCADICA